La mia gente

Ho cercato fra le pieghe dell’anima briciole di memoria, in un respiro l’odore acre della salsedine, il vento del sud che graffia e sfinisce, il mare chiaro e profumato d’estate. Ho cercato in un’amorevole carezza la seduzione del gelsomino, e nelle notti tiepide, quando l’aria è immobile e le cicale cullano i pensieri, la luna bianca che accompagna il cielo terso di un nuovo giorno. Ho cercato ruvide voci nei vicoli angusti e risate argentine di bimbi in riva al mare, sguardi ancora ingenui di uomini stanchi e sorrisi mesti di donne sfinite. Ho cercato in una nenia accennata da voci antiche, nelle labbra dischiuse ormai mute, il conforto del sonno di un bambino. Ho cercato in una preghiera silenziosa, una speranza. Ho trovato la mia gente.

© Patrizia Galia 2019 – Tutti i diritti Riservati – All Rights Reserved

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...